ACCEDI AL SERVIZIO

Società e Contratti, Bilancio e Revisione

INDICE DEL NUMERO DI marzo 2022

  • Bilancio irregolare e bilancio falso: due fattispecie da tenere ben distinte

    Si esamina un aspetto particolare del delitto di falso in bilancio, soffermandosi sulla distinzione fra una comunicazione sociale penalmente rilevante ed un bilancio censurabile solo in sede civile. La differenziazione viene rinvenuta sottolineando tre profili ovvero il bene giuridico tutelato dagli artt. 2621 e 2622 c.c., la necessaria rilevanza del dato contabile e, infine, la portata fraudolenta e ingannatoria della comunicazione. Il lavoro termina con un’illustrazione esemplificativa di ipotesi in cui si riscontra un bilancio annullabile in sede civile ma non rilevante in ambito penale.

  • L’azione sociale e l’azione dei creditori: onere della prova e “dintorni”

    Negli ultimi anni la giurisprudenza ha stretto le maglie delle azioni esercitabili dal curatore fallimentare nei confronti degli organi sociali, imponendogli un articolato onere probatorio che si atteggia differentemente in base al tipo dell’azione (sociale o dei creditori) di volta in volta esperita e ai destinatari della stessa. Se ciò è vero, è anche vero che il cumulo delle due azioni, pur dovendone osservare i rispettivi elementi costitutivi, è un’indubbia arma vincente, in quanto, con adeguato sforzo motivazionale, il curatore potrà beneficiare degli elementi di maggior favore che, per onere probatorio e prescrizione, ogni azione può offrire.

  • Il contratto di consorzio: i consorzi con attività interna

    Il consorzio con attività interna è individuato sulla base di un patto che prevede un’attività rivolta esclusivamente a coordinare determinati rapporti con i consorziati. Con il presente lavoro si illustreranno gli aspetti essenziali del consorzio con attività interna, nonché i suoi aspetti differenziali rispetto alla diversa figura del consorzio con attività esterna.

  • La prededuzione dei professionisti nella crisi d’impresa secondo le Sezioni Unite

    I compensi dei professionisti incaricati dal debitore per assisterlo nel concordato preventivo sono prededucibili nel successivo e consecutivo fallimento? In caso di pre-concordato non aperto dal tribunale i compensi sono prededucibili? Quali sono le condizioni necessarie per beneficiare della prededucibilità del compenso in sede di insinuazione nel passivo fallimentare? Eventuali acconti ricevuti dai professionisti possono essere oggetto di revocatoria? A questi e ad altri dubbi fornisce risposta la sentenza delle Sezioni Unite che si annota.

  • Le principali novità e criticità del bilancio d’esercizio 2021

    Il bilancio 2021 presenta numerose peculiarità: da un lato ancora l’applicazione di norme derogatorie introdotte per la prima volta nell’esercizio 2020 per contrastare gli effetti negativi prodotti dalla pandemia e dal lockdown, riproposte anche per il 2021 (come la possibilità di sospensione degli ammortamenti e di non ricapitalizzare in caso di perdita del capitale), dall’altro il graduale ritorno all’applicazione dei criteri ordinari, come nel caso della continuità aziendale (non è infatti più prevista la possibilità di applicazione della deroga). Ma nel bilancio 2021 bisogna anche “fare i conti” con gli effetti contabili delle modifiche retroattive per quanto riguarda la deducibilità degli ammortamenti dei marchi rivalutati e degli avviamenti e dei marchi riallineati. Inoltre, per molte imprese sarà il primo esercizio in cui dovranno essere contabilizzati i “bonus fiscali”, oggetto di recente disciplina da parte dell’Organismo Italiano di Contabilità.

  • La contabilizzazione delle spese per la predisposizione del piano regolatore comunale e degli altri piani

    Il presente articolo prende spunto da una recente deliberazione della Corte dei Conti Sezione di controllo della Puglia (n. 193/2021/PAR) per analizzare le modalità di contabilizzazione delle spese connesse alla predisposizione/modifica del Piano regolatore comunale, analizzandone anche le assonanze con la contabilità privatistica. Le conclusioni della Corte sono naturalmente estendibili anche agli altri Piani che l’amministrazione, in base alla legge, è tenuta a predisporre. Nell’ambito dell’attività di controllo della correttezza delle scritture contabili e della loro imputazione, il revisore potrà sviluppare piste di controllo ad hoc al fine di verificare il corretto comportamento seguito dall’ente.

  • La relazione del Collegio sindacale all’assemblea di bilancio

    Come deve essere redatta la relazione dei sindaci all’assemblea di bilancio? Lo schema del CNDCEC è di rigida applicazione? Quali informazioni essa deve necessariamente contenere? Come si pone in rapporto con il giudizio del revisore esterno al bilancio? A questi e altri quesiti, alla luce delle più recenti Norme di comportamento, si proverà a dare una risposta nel lavoro che segue.

  • Bonus fiscali, cessioni dei crediti d’imposta e obblighi antiriciclaggio dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili

    Nel presente contributo sono forniti alcuni chiarimenti in ordine agli obblighi antiriciclaggio che i Dottori commercialisti e gli Esperti contabili devono assolvere per le prestazioni professionali attinenti alle operazioni di cessione dei crediti e alle detrazioni di imposta previste dal DL 34/2020 (c.d. Decreto “Rilancio”). La questione assume particolare rilievo alla luce di alcuni recenti provvedimenti legislativi: il DL 157/2021 (c.d. Decreto “Antifrodi”), il DL 4/2022 (c.d. Decreto “Sostegni-ter”) e, da ultimo, il DL 13/2022. In particolare, nell’ambito dell’adeguata verifica della clientela, ai professionisti coinvolti a vario titolo negli adempimenti connessi ai bonus è richiesta una soglia di attenzione molto elevata.

  • Rassegna di giurisprudenza: Società Obbligazioni e Contratti

  • Rassegna di giurisprudenza: Diritto penale commerciale

  •  
SCBR

apri Ultimi numeri della rivista

Rivista registrata al Tribunale di Torino n. 6 del 17/03/2013
Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.